lucida pavimenti professionali

Lucidatrici Professionali Per Pavimenti: Tutto quello che devi sapere

In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie a scegliere la lucidatrice che più fa per te. Ne esistono diversi di questi elettrodomestici per la pulizia di pavimenti. In base a quello che dovrai pulire avrai le indicazioni necessarie relative a prezzi, modo d’uso e spazzole adatte al tipo di superficie sulla quale la lucidatrice in questione andrà a lavorare.

Come si usa la lucidatrice per pavimenti

Questi i passaggi per una corretta lucidatura dei pavimenti:

 

  1. Prima di iniziare, sposta i mobili che ostacolano il passaggio della lucidatrice e di conseguenza che occultano la superficie;
  2. Controlla la spazzola che utilizzerai per lucidare. Una spazzola usurata può seriamente danneggiare il pavimento, quindi spendi qualche minuto per questo passaggio;
  3. Assicurati di avere una spina abbastanza lunga da poter coprire tutto il locale. In caso contrario programma un percorso in più fasi con una presa nei pressi della lucidatrice;
  4. Applica una modesta quantità di prodotto per lucidatura sul tampone;
  5. Accendi il macchinario e procedi lentamente camminando a ritroso e svolgendo un movimento oscillante. Muovi la macchina da sinistra a destra per una lucidatura uniforme;
  6. Durante tutto il periodo della procedura, controlla almeno un paio di volte che la spazzola non sia usurata; in caso contrario, puoi procedere con la sostituzione della stessa. In genere ne vengono fornite diverse di riserva;
  7. Se, alla fine della lucidatura, trovi punti opachi in giro per la stanza, il consiglio è quello di procedere con la lucidatura a mano. Questo per evitare di riattivare per piccoli spazi la lucidatrice.

Come lucidare il parquet con la lucidatrice

La questione della lucidatura dei parquet è sempre un gran bello scoglio da superare. Prima di iniziare con la spiegazione di come pulire un parquet con la lucidatrice, è bene accertarsi di avere anche i prodotti necessari per farlo.

In base all’usura e alle finiture del parquet in questione possono occorrere prodotti diversi. É necessario possedere la cera, che va applicata con la lucidatrice stessa per ottenere un risultato omogeneo e brillante. Per proteggere il pavimento dai segni del tempo è consigliata l’applicazione di una pellicola protettiva.

Per cominciare con la pulizia del parquet serve innanzitutto montare la spazzola adatta a passare la cera. Dopo aver concluso l’operazione, bisogna collegare il macchinario all’alimentazione e iniziare con il passare la lucidatrice sul pavimento eseguendo un movimento oscillante. Questo per distribuire la cera in modo omogeneo.

Se l’ambiente in questione è particolarmente esteso, è necessario controllare serbatoio e filtri e, nel caso, fare della manutenzione in termini di pulizia dell’elettrodomestico. Se i filtri son sporchi si possono smontare e montare quelli di riserva. Se il serbatoio è pieno, deve essere svuotato per evitare accumulo.

Se una volta terminata l’operazione si notano punti più opachi, il consiglio è quello di usare prodotti appositi ed evitare di ripassare la lucidatrice.

Quali spazzole usare per la lucidatrice

A seconda del pavimento che andremo a trattare, decideremo qual è la lucidatrice che fa per noi. Se lo strumento che desideri acquistare ti servirà allo scopo di pulire parquet piuttosto che marmo o piastrelle, allora potrai optare per modelli progettati ad hoc per questo tipo di utilizzo.

Al di là del modello però, una buona lucidatrice deve possedere almeno 3 tipi di spazzole:

  • Spazzole oscillanti: sono quelle più adatte allo scopo di pulire pavimenti piastrellati e parquet; questo grazie alla loro conformazione e al movimento che generano (movimento oscillatorio);
  • Spazzole dure: la soluzione per stendere la cera sui parquet, progettate per distribuire il prodotto in modo omogeneo;
  • Spazzole morbide: adatte a lucidare i pavimenti dopo averli puliti bene. Solitamente sono in feltro, materiale che consente una lucidatura brillante

Come esplicato in precedenza, la manutenzione di ogni componente della lucidatrice – in modo particolare spazzole, serbatoio e filtri – è fondamentale. La noncuranza eccessiva delle componenti potrebbe provocare un’usura tale da dover acquistare un ricambio. Cosa non sempre facile da reperire.

Quanto costa una lucidatrice per pavimenti?

Come ogni elettrodomestico le lucidatrici variano di prezzo in base alle loro funzionalità e alla marca. Una lucidatrice per pavimenti può superare anche i 400 euro.

Questo perché esistono diversi marchi specializzati nella loro fabbricazione. Hoover, Kärcher ed Imetec sono solo alcuni di questi. 

Il prezzo varia in base alla potenza, il tipo di spazzole in dotazione e, ad esempio, alla capacità di raccolta che può essere più o meno superiore ad altre lucidatrici.

In genere un buon prodotto si aggira tra i 160 – 200 euro. Ma ovviamente più qualità e funzionalità si richiedono e più questo può salire.

Esempio: una delle migliori lucidatrici per parquet – progettata proprio per questo tipo di superficie – è la Hoover Polisher F38PQ dal prezzo abbastanza contenuto di circa 170 euro.