come usare lucida pavimenti

Lucidatrice pavimenti a cosa serve

Come si usa una lucidatrice per pavimenti?

La lucidatrice per pavimenti è composta principalmente da una base aspirante e pulente, un tubo flessibile e un serbatoio. Il tubo ha la funzione di filtro, mentre il serbatoio raccoglie la polvere. Le lucidatrici che si trovano in commercio sono fornite, nella maggior parte dei casi, di un set di spazzole che sono adatte alle varie esigenze di pulizia.

Il meccanismo è a spinta e le ruote possono essere di due tipi: monodirezionali o pluridirezionali. Il tipo di ruote è una delle caratteristiche che possono contraddistinguere i diversi modelli di lucidatrici per pavimenti. È importante che la l’elettrodomestico sia facilmente manovrabile anche sulle superfici più difficili.

Quanto costa una lucidatrice per pavimenti?

Per avere una buona lucidatrice per pavimenti è necessario spendere una cifra compresa tra i 100 e i 200.

Al di sotto delle 100 euro è molto difficile trovare un elettrodomestico di buona qualità.

Il prezzo medio, per una buona lucidatrice per pavimenti, si aggira intorno ai 150 euro. Spendendo più di 200 euro possiamo acquistare un apparecchio molto affidabile ed efficace.

Come lucidare il parquet con la lucidatrice?

Se abbiamo un pavimento in legno, la prima cosa da fare è acquistare la lucidatrice per pavimenti giusta per questo tipo di superficie.

La più adatta è quella dotata di spazzole oscillanti e rotanti. Queste ruote svolgono una doppia azione andando a pulire e lucidare contemporaneamente il parquet.

La prima azione da compiere è passare la cera su tutta la superficie. innanzitutto bisogna passare della cera sull’intera superficie. Solo in questo momento si può passare la lucidatrice su tutto il pavimento seguendo un movimento oscillante.

Quale lucidatrice comprare?

La scelta della lucidatrice per pavimenti adatta a noi, deve tenere conto soprattutto di quelli che sono i tipi di pavimento che dobbiamo trattare, soprattutto nel caso di una lucidatrice per pavimenti professionale.

Una condizione necessaria è che l’apparecchio sia dotato almeno di un set di tre spazzole: oscillanti, dure e morbide.

Altre funzioni possono essere presenti in base al tipo di modello e al budget di spesa che ci siamo prefissi: indicatore del sacco pieno. paraurti in gomma e avvolgicavo con aggancio rotante.

Come si passa la lucidatrice?

Passare la lucidatrice è un’operazione semplice, ma che richiede molta attenzione soprattutto se abbiamo a che fare con una lucidatrice per pavimenti professionale.

Per prima cosa è necessario liberare il pavimento da tutto quello che può essere d’intralcio.

Individua l’angolo più lontano dall’ingresso del locale per evitare di calpestare la superficie appena trattata durante il lavoro; se cammini sul pavimento lucidato da poco, puoi ammaccarlo o strisciarlo.

Scegli l’impostazione corretta per il tipo di pavimento e di sporcizia; alcune lucidatrici professionali hanno diverse funzioni che permettono di scegliere varie velocità di rotazione.

Muoviti lateralmente iniziando da destra; procedi adagio e con cura. Cambia poi direzione muovendo la macchina da sinistra a destra per assicurarti una lucidatura uniforme.

Come si fa a lucidare il marmo?

Nel momento di lucidare il nostro pavimento in marmo occorre aggiungere un tampone alla lucidatrice per pavimenti.

È necessario passare delle zone ridotte inizialmente e cominciare sempre da un angolo della stanza per non dimenticare nessuna zona.

Quando le superfici in marmo sono state lavate devono essere immediatamente asciugate. In questo modo non si corre il rischio che si formare delle macchie d’acqua. Inoltre, bisogna evitare l’utilizzo di detergenti tradizionali. I detergenti più indicati per il marmo sono: bicarbonato di sodio, perossido di idrogeno e sapone per piatti delicato. In alternativa si può usare l’ammoniaca, ma bisogna farlo con parsimonia. Infatti, l’uso frequente può rendere opaca la superficie.